Chi erano Gio. Battista di Nola Molise, Leonardo Vinci, Francesco Jerace, Uccialì? Erano, e sono, quattro tra i nove personaggi del Marchesato di Crotone, splendidamente affrescati in questo primo quaderno dell'università popolare di Crotone. Nove personaggi che hanno contributo a legare la storia del crotonese a quella mondiale, ognuno di loro a vario titolo e in vari campi. Dal primo campione mondiale di scacchi, a colui il quale inventò l'Opera Buffa.
Nove biografie che rendono merito all'opera di personaggi purtroppo quasi sconosciuti (come tanti altri del nostro meraviglioso sud), anche a noi stessi, abitatori delle nostre antiche e belle terre. Un "quaderno" che va letto, gustato, assaporato pagina per pagina, rigo per rigo, parola per parola. 

Perché la storia di un popolo è fatta dai suoi figli. Bella ovvietà, starete pensando! Allora devo rispondervi che non è, poi, così ovvio, se i figli di un popolo dimenticano chi ha fatto la loro storia, mentre hanno ben a mente personaggi esotici e dei quali conoscono perfino il numero di scarpe o la misura della loro sciaboletta.
Grande merito all'UPMED, al suo presidente Maurizio Mesoraca e ai redattori di questo testo, per aver contribuito a far conoscere nove pezzi importanti della nostra nostra storia.

Un mio particolare grazie va a Giuseppe Marino, che mi ha fatto dono di questo prezioso volume. Giuseppe, storico e scrittore caccurese, che qui traccia le straordinarie ed eroiche imprese di Antonio Rizzo, il quale...
No, il libro va letto, non vi posso anticipare null'altro.

Buona giornata e buona lettura. Chi erano Gio. Battista di Nola Molise, Leonardo Vinci, Francesco Jerace, Uccialì? Erano, e sono, quattro tra i nove personaggi del Marchesato di Crotone, splendidamente affrescati in questo primo quaderno dell'università popolare di Crotone. Nove personaggi che hanno contributo a legare la storia del crotonese a quella mondiale, ognuno di loro a vario titolo e in vari campi. Dal primo campione mondiale di scacchi, a colui il quale inventò l'Opera Buffa.

Nove biografie che rendono merito all'opera di personaggi purtroppo quasi sconosciuti (come tanti altri del nostro meraviglioso sud), anche a noi stessi, abitatori delle nostre antiche e belle terre. Un "quaderno" che va letto, gustato, assaporato pagina per pagina, rigo per rigo, parola per parola. 
Perché la storia di un popolo è fatta dai suoi figli. Bella ovvietà, starete pensando! Allora devo rispondervi che non è, poi, così ovvio, se i figli di un popolo dimenticano chi ha fatto la loro storia, mentre hanno ben a mente personaggi esotici e dei quali conoscono perfino il numero di scarpe o la misura della loro sciaboletta.
Grande merito all'UPMED, al suo presidente Maurizio Mesoraca e ai redattori di questo testo, per aver contribuito a far conoscere nove pezzi importanti della nostra nostra storia.
Un mio particolare grazie va a Giuseppe Marino, che mi ha fatto dono di questo prezioso volume. Giuseppe, storico e scrittore caccurese, che qui traccia le straordinarie ed eroiche imprese di Antonio Rizzo, il quale...
No, il libro va letto, non vi posso anticipare null'altro.

Buona giornata e buona lettura.

e-max.it: your social media marketing partner