Andarsene sognando

Giovedì 28 maggio 2015 alle 16,30 nell'Aula Magna del Liceo Classico Pitagora, Eugenio Marino ha presentato il libro "Andarsene sognando". L'autore racconta 150 anni della nostra storia nazionale e lo fa utilizzando la canzone come fonte storiografica. Perché la canzone? Perché, come diceva Platone,

se si vuol conoscere la storia di un popolo bisogna conoscere la musica di quel popolo. Ai giorni nostri Proust diceva che le canzoni servono a trasmettere la memoria del tempo. Il titolo “andarsene sognando" è un verso di una canzone che per l’autore rappresenta la sintesi di tutte le canzoni che parlano di emigrazione: “ciao amore ciao” di Luigi Tenco. La cronologia va dall’800 fino ai giorni nostri, che è trasversale a tutti i generi musicali, una cronologia che servisse a raccontare non la storia musicale, ma la storia del nostro paese. Il filone dell’emigrazione è stato scelto perché essa è un tratto fondativo e fondante della nostra identità nazionale, ma in generale dell’essere uomo, dell’essere persona.

e-max.it: your social media marketing partner